PREMIAZIONE HALIFAX

LE AVVENTURE DI PINOCCHIO

1° premio: Romina Feili

perché è stata capace di individuare il messaggio didattico. Molto interessanti il commento relativo al rapporto fra l’adulto che educa e il bambino e la nota linguistica relativa al famoso detto noto a tutti i bambini:”Se dici bugie, ti cresce il naso”.

Il commento di Romina Feili
La storia di Pinocchio insegna ai bambini di tutto il mondo che dire le bugie è sbagliato e che porta delle conseguenze. La storia cerca anche di insegnare alle persone che non bisogna fidarsi di tutti tanto facilmente e che, come nel caso delle bugie, le cose non andranno a finire bene. Tutti possono immedesimarsi con questa storia perché noi tutti diciamo le bugie per toglierci dai guai anche se sappiamo che la verità è la cosa giusta da dire. Pinocchio è una storia italiana ma è diventata così famosa che la gente in tutto il mondo ancora usa la battuta del naso che cresce per riferirsi a un bugiardo. Se il naso dei bugiardi crescesse davvero, nessuno direbbe le bugie. Dal punto di vista degli adulti, la storia ci mostra il comportamento di Geppetto e come questo comportamento ha come conseguenza la perdita di Pinocchio. L’attitudine dei giovani e il modo in cui si comportano e agiscono può essere influenzato dal modo in cui vengono trattati dagli adulti nelle loro vite. Questa storia è una delle mie preferite perché insegna davvero qualcosa ai bambini.

2° premio: Isaac Caldi

molto interessante la riflessione relativa a come “comportarsi bene” sia frutto di una grande decisione su di sé.

Il commento di Isaac Caldi
Ho letto la favola di Pinocchio con la mia classe. La storia è quella di un burattino che attraverso i suoi errori impara delle lezioni di vita importanti. Il burattino fatto da Geppetto ne fa di tutti i colori: non va a scuola, ruba, uccide un grillo,e dice tante bugie. Ma quando mente gli si allunga il naso.Pinocchio finalmente decide di comportarsi bene e la fata turchina lo trasforma in un bambino vero. Penso che questa version della storia di Pinocchio possa impaurire i bambini piu’ piccoli ma a me è piaciuta tanto ed ero curioso di sapere quali monellerie avrebbe combinato fino alla sua transformazione finale.

IL GIRO DELLE STAGIONI

1° premio (anni 4): Addison Michela Tibbs

per l’immediatezza e l’impatto visivo coloristico.

1° premio (anni da 6 in su): Kaelen Gallo

per la costruzione grafica e la struttura ideativa dell’immagine con utilizzo della prospettiva.

2° premio (anni da 6 in su): Matteo Mazzorana

per l’interpretazione creativa della potenza dell'acqua che passa in mezzo ai campi e delle nuvole che scorrono sopra come se fossero sentinelle.

FESTIVAL DELLA CANZONE E SPETTACOLO

1° premio: Classe dell'insegnante Rita De Nicola (10-12 anni)

"Le maschere della commedia dell'arte"

per aver voluto approfondire la storia delle maschere del Carnevale.


2° premio: Classe dell'insegnante Francesca Mighetto (7-9 anni)

"Ci vuole un fiore"

per l'interpretazione molto buona

CI VUOL E UN FIORE
Le cose di ogni giorno raccontano segreti
a chi le sa guardare ed ascoltare.
Per fare un tavolo ci vuole il legno
Per fare il legno ci vuole l’albero
Per fare l’albero ci vuole il seme
Per fare il seme ci vuole il frutto
Per fare il frutto ci vuole un fiore
Ci vuole un fiore, ci vuole un fiore
Per fare un tavolo ci vuole un fio-o-re
Per fare un fiore ci vuole un ramo
Per fare il ramo ci vuole l’albero
Per fare l’albero ci vuole il bosco
Per fare il bosco ci vuole il monte
Per fare il monte ci vuol la terra
Per far la terra ci vuole un fiore
Per fare tutto ci vuole un fio-o-re

3° premio: Classe dell'insegnante Nancy Spina

"I quesiti sui proverbi"

per l'idea originale di analisi linguistica.


4° premio: Classi delle insegnanti Sabrina Terzi e Carmelita Giansante
(4-6 anni)

Merito speciale ai bambini che hanno cantato la canzone "AEIOU"


AEIOU
AEIOU le vocali stan lassu
AEIOU le vocali fan cucu
Io sono la A, senza di me, non ce la si fa.
I sono la E, se volete vi offro un the.
Ecco qui la I, deve andare a far pipi.
Ma dove'e la O, l'ho laciata sul como.
INfine ce la U, che di corda e un po giu.
Allora tutti insieme le offriamo un tiramisu.

Premio speciale a Giavonna Rossi

per il grande talento artistico mostrato nelle diverse esibizioni:

flauto ("Tango A Etude" di Astor Piazzol), pianoforte ("Sonatina in C maggiore" di Muzio Clementi) e canto ("Con te partirò" di Francesco Sartori)